STUDIARE TORNERÀ DI MODA

Adesso che in tante e tanti siamo chiusi in casa, la prima difficoltà da affrontare è quella psicologica. Il disastro economico all’orizzonte spaventa ed inquieta tutti noi. Nessuno può sentirsi al riparo da rischi, dal disoccupato al precario, dall’impiegato al grande imprenditore. Siamo tutti in fibrillazione, perché non sappiamo più cosa aspettarci dal futuro, mentre dobbiamo fare i conti con una quotidianità smarrita. Ma all’orizzonte c’è anche una grande opportunità: quella di dedicare tutto questo tempo alla crescita culturale di un intero popolo.

Si potrebbe varare un piano straordinario per la formazione e l’aggiornamento.

Per tutti i professionisti potrebbe essere un’occasione straordinaria per utilizzare al massimo le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie. Per tutti coloro che fanno fatica a scrivere nella nostra lingua, per coloro che vogliono imparare o perfezionare una lingua straniera, può esserci tempo.

Nei mesi che serviranno, si potrà dar vita ad una colossale riorganizzazione della didattica di base ed universitaria, per colmare il deficit di alfabetizzazione digitale che affligge il sistema pubblico e privato. Insomma, una fase per riallineare le nostre conoscenze e coscienze. Nel nuovo millennio competenze ed idee sono e saranno sempre più il nuovo petrolio. Per questo siamo di fronte ad una straordinaria opportunità.

E magari quando usciremo da questo letargo sociale ci riscopriremo più preparati, consapevoli, motivati e speriamo anche un po’ più umili.

Rispondi